Software per progettazione elettrica e fotovoltaica

Novità Serie 2018 - Calcolo reti elettriche

Electro Graphics ha rilasciato la nuovissima  Serie 2018 dei software per progettazione elettrica e fotovoltaica. Qui presentiamo le maggiori novità e potenziamenti introdotti nell'area Calcolo reti elettriche, software linea Ampère.

 

Ampère Ampère Ampère

 

Vedi tutte le novità Serie 2018:

 

 


Sono di seguito presentate le maggiori funzioni introdotte nei programmi della linea Ampère di Electro Graphics. La Serie 2018:
• completa le funzioni per la gestione delle reti in anello;
• migliora la precisione del calcolo secondo CEI EN 60909-0 introducendo l’analisi dei guasti vicini e lontani;
• propone una nuova interfaccia con comandi posti su barra multifunzione e una rappresentazione più dettagliata dello schema dei quadri;
• gestisce i nuovi cavi CPR e risponde dove necessario alla CEI 64-8 varianti 3 e 4.


EGlink

EGlink è un plugin di interscambio tra Autodesk - Revit ed Ampère Professional e rappresenta la risposta di Electro Graphics alla filosofia BIM (Building Information Modeling).
Vedi EGlink: interoperabilità Revit© MEP - Ampère Professional


Reti in anello (Ampère Professional)

La versione 2018 completa la gestione delle reti in anello introducendo il commutatore rete-gruppo e ottimizzando il parallelo con i generatori.
Ora le reti in anello possono possedere dei tratti costituiti da distribuzioni di tipo montante (detta anche a sbalzo), UPS o Convertitori statici.

Rete ad anello con linea montante         Rete ad anello con Ups

Il software analizza la rete elettrica e decide la modalità di utilizzo dei coefficienti (utilizzo e contemporaneità) assegnati alle utenze, segnalando la modalità di calcolo tramite un messaggio nel modulo Verifiche.
La nuova procedura di calcolo della corrente Corrente di sovraccarico Ins riesce a calcolare anche la corrente nelle utenze in anello, tenendo conto delle protezioni nell’intorno.


CEI EN 60909-0: analisi guasti vicini/lontani

Il calcolo dei guasti (secondo norma CEI EN 60909-0) è stato affinato con l'analisi dei guasti 'vicini/lontani' (paragrafo 4.5 della norma).

Se il guasto è vicino, la macchina rotante non riesce a sopportarlo, le tensioni ai suoi morsetti si abbassano ed con esse il contributo alla corrente di guasto. Se invece è lontano, il guasto non perturba il funzionamento di generatori e motori.
Ma come si fa a decidere se un punto di guasto è vicino o lontano rispetto alle sorgenti? La norma stessa fornisce la regola discriminante e per applicarla occorre eseguire una analisi preventiva della rete per determinare se un generatore o un motore va considerato lontano o vicino rispetto al punto di guasto.

In Ampère e Ampère Professional è possibile scegliere il metodo di calcolo dei guasti.

- Standard: tutti i guasti sono considerati lontani dai generatori. La corrente di guasto simmetrica d'interruzione e la corrente permanente dipendono sempre dalla reatanza subtransitoria X.
- Isola/emergenza: tutti i guasti sono considerati vicini alle sorgenti.
- Automatico: il software effettua un'analisi per determinare i guasti vicini e lontani. Il metodo Automatico assicura la scelta migliore in qualsiasi configurazione della rete.

CEI EN 60909-0: analisi guasti vicini/lontani


Interfaccia - gestione comandi

Il programma è stato oggetto di un aggiornamento grafico che ha coinvolto la finestra di apertura e i comandi posti nelle barre superiori della finestra principale di lavoro.
Dalla finestra di avvio di Ampère è possibile iniziare un nuovo lavoro o aprire un progetto anche scegliendolo tra i Preferiti o i Recenti. Inoltre è possibile accedere alla Guida in linea, gestire i Percorsi dei database comuni o accedere agli archivi principali: Dispositivi, Cavetteria, Materiali e Profili di carico.

Pannello di avvio

La finestra di lavoro è caratterizzata dalla nuova Barra multifunzione con pulsanti più grandi e facili da identificare grazie anche alle descrizioni.
In alto a sinistra è possibile attivare la Barra di accesso rapido (completamente personalizzabile) con i comandi più importanti, sempre disponibili: Annulla, Ripristina, Salva, Stampa, Calcola, Proprietà progetto.

Tramite le modalità di visualizzazione Raggruppa per quadri e Vista compressa, si ottiene uno schema a blocchi dei quadri dell’intero impianto.
Tale rappresentazione è stata notevolmente migliorata per offrire la comprensione dei legami tra quadri, e grazie al profilo dedicato per i dati visualizzabili al fianco di ciascun quadro, ottenere un utile schema con i dati principali di impianto da inviare alla stampa.
I comandi Navigatore utenze e Navigatore utenze ridotto, sono due strumenti per navigare lungo la rete tramite i comandi Vai, i Segnalibri e le liste Zone-Quadri. A voi la scelta sullo strumento più gradito.
Il Navigatore utenze ridotto, può essere agganciato al bordo in alto a destra dello schermo, stirato o spostato dove si vuole.

Nuova grafica per l'interfaccia di Ampère


CEI-UNEL 35016 - Classe di Reazione al fuoco dei cavi

La Serie 2018 del programma Ampère recepisce la norma che fissa le classi di reazione al fuoco per i cavi elettrici in relazione al Regolamento UE Prodotti da Costruzione, in vigore per tutti gli stati della UE dal 1° luglio 2013.
Per quanto riguarda i cavi, si fa riferimento alla Norma EN 50575, recepita dalla CEI-UNEL 35016 e applicata a tutti i cavi elettrici per installazioni permanenti negli edifici, ospedali, scuole, metropolitane.
Di tutte le possibili combinazioni di tipologie di cavi, la norma fissa almeno 4 classi con il loro comportamento al fuoco, al fumo, al gocciolamento e all’acidità.
In Ampère e nei documenti di progetto prodotti, un cavo con classificazione CPR è univocamente identificato dalla coppia Designazione-Classe di Reazione al fuoco (ad es: FG16OM16 - 0,6/1 kV Cca-s1b,d1,a1).
Il software è stato adeguato principalmente nell’archivio Cavetteria, nelle stampe ed etichette dei dati utenza per visualizzare la sigla composta.
Per i cavi in archivio Cavetteria è stato inserito il dato Classe di reazione al fuoco, usato anche come campo di ricerca nel pannello opportuno.
Qualora questa specifica non fosse necessaria, può essere omessa temporaneamente dalla gestione di Ampère.

Cavi CPR


CEI 64-8 variante 3 e 4

Il software è stato aggiornato secondo due varianti alla norma CEI 64-8 edizione 2012, attualmente in vigore.

531.3 Interruttori differenziali (RCD)
Ora è posibile specificare per ogni utenza il tipo di differenziale tra le quattro nuove tipologie ad oggi disponibili nel mercato (AC, A, F, B).
La nuova proprietà è associata al campo Classe d’impiego, presente in archivio all’interno dei dati di protezione, nel pannello dei filtri di ricerca associati ad un
differenziale, nella griglia di visualizzazione dati delle protezioni, nel filtro del modulo Assegnazioni automatica protezioni, nella stampa dei dati globali.
Ampère aiuta la ricerca e l’assegnazione delle protezioni distinte per tipologia, utile per ottenere la lista corretta delle protezioni da utilizzare.

Protezione di backup o protezione combinata (punti 570.3.4 e 570.3.5 della norma)
Ampère gestisce le funzionalità come riportato nei punti della norma: dati due elementi in serie, chi è a valle riceve un aiuto dal dispositivo a monte, senza guardare la natura delle protezioni (non si fa distinzione nei termini backup e
combinata). Grazie al modulo Backup (funzionalità avanzate) l’utente può informare il programma di una relazione tra due dispositivi, e utilizzando l’archivio Backup ottenere la corrente di protezione.
La gestione della protezione di backup è stata estesa anche alle protezioni Sezionatore, Differenziale, Commutatore, come già lo era per gli Interruttori sezionatori di manovra.
Nelle verifiche, le utenze con protezioni non predisposte a cortocircuito, se esiste il backup impostato, il programma utilizza il valore di rinforzo dalla tabella in archivio e verifica che sia maggiore della corrente di guasto presunta.


Altre funzionalità introdotte

Commutazione automatica nei dispositivi Commutatori rete-gruppo, quando in fornitura si cambia lo stato di funzionamento da Normale ad Emergenza.

Apertura di progetti UPE di vecchie versioni, fino alla 3.5 (anno 1999).

Cavi PE
Aumenta di due livelli il dettaglio con cui si possono utilizzare i cavi di PE nei progetti. Il primo riguarda utenze con cavi multipolari a cui è possibile associare un PE separato unipolare indipendente. Il secondo livello riguarda i cavi di PE associati alla Rete di terra.

Cavi PE e rete di terra

E' migliorata la visualizzazione dei dati nella finestra Rete di terra, rendendo più utile la stampa.

I cavi inseriti nella rete di terra sono compresi nell'esportazione del computo metrico per Sigma.

Per i generatori sincroni è stata introdotta la variabile Tensione a vuoto (di regolazione) al pari dei trasformatori. In questo modo è possibile calcolare la
caduta di tensione nelle utenze in regime di soccorso, quando il generatore diventa il punto di riferimento per le tensioni nominali.

Adeguamento alla norma CEI 23-51 2016 - "Prescrizioni per la realizzazione, le verifiche e le prove dei quadri di distribuzione per installazioni fisse per uso domestico e similare", che prevede
l'introduzione della potenza dissipata nei quadri dovuta a dispositivi elettronici, a cui va aggiunto un 20% da attribuire al cablaggio degli stessi.


 

 

Vedi tutte le novità Serie 2018:

 

Scarica la brochure Electro Graphics Novità Serie 2018


Indietro